Archivi tag: colore

FOCUS COLORE #3: UNA GUIDA FORMATO MINI SULLE PROPRIETA’ DEI COLORI

Per continuare il discorso sulla cromoterapia e bambini, oggi vi parlo delle proprietà dei vari colori, che possono essere utilizzati per donare energia e serenità in ogni ambiente.

ROSSO: stimolante, potente, accresce l’energia e la sicurezza in noi stessi; aiuta a sconfiggere la paura, l’apatia, la scarsa iniziativa. Se usato in eccesso, diventa irritante, per cui evitatelo nel caso di bambini iperattivi.

Red_banner_Ya

ARANCIONE: colore intenso da usare con cautela, allontana la tristezza e la noia; agisce quasi come un ricostituente immediato, favorendo la vitalità, l’appetito, la concentrazione e la creatività.

Orange_banner_Ya

GIALLO: rigenerante, accresce l’attenzione, l’ottimismo e l’autostima; utilizzatelo in ambienti quali la sala giochi o lo studio in quanto stimola lo sviluppo delle capacità cognitive dei bambini, ma evitatelo nelle camerette se i vostri figli sono irrequieti o se hanno difficoltà ad addormentarsi.

Yellow_banner_Ya

VERDE: è il colore della natura per eccellenza; posto a metà dello spettro, crea equilibrio tra i toni caldi e quelli freddi. Rilassante, favorisce la riflessione e la calma.

Green_banner_Ya

BLU: invita alla calma e al relax, accresce l’introspezione; è adatto a bimbi agitati, timidi e impauriti e nel caso che facciano fatica a prendere sonno.

Blue_banner_Ya

INDACO: allontana paura ed ansia, aiuta la concentrazione.

Indigo_banner_Ya

VIOLA: colore indicato soprattutto per chi è dotato di un temperamento artistico e spiccata sensibilità, riduce lo stress, dà un senso di protezione  e contemporaneamente aiuta a sviluppare le facoltà mentali e creative; è utile anche nei casi di mancanza di autostima.

Violet_banner_Ya

TURCHESE: pur non facendo parte dei sette colori dello spettro, viene considerato nella cromoterapia per le sue qualità terapeutiche, in particolare per l’effetto calmante sia fisico sia psicologico.

Turquoise_banner_Ya

MAGENTA: a metà strada tra il rosso e il viola, combina le qualità di entrambi; è il colore del cambiamento, infonde energia calmante, attenua l’aggressività.

Magenta_banner_Ya

ROSA: divertente e positivo, nelle tonalità più tenui genera calma, in quelle più intense crea un’atmosfera più allegra; adatto a bambine romantiche e un po’ civettuole.

Pink_banner_Ya

BIANCO: usato da solo è da evitare, in quanto può risultare sgradevole, monotono, freddo e può bloccare l’espansività. Preferite invece le tonalità di bianco “sporco” dall’aspetto più naturale oppure, se amate il bianco puro, abbinatelo a colori intensi e “scaldatelo” con punti di luce soffusa.

White_banner_Ya

(G.G.)

Annunci

FOCUS COLORE #2: CROMOTERAPIA PER BAMBINI

Studi recenti hanno evidenziato che ogni colore ha un effetto tangibile sull’attività cerebrale, sugli stati d’animo e sulla salute; nelle nostre azioni quotidiane, indossando un abito, mangiando un certo cibo o tinteggiando una stanza, siamo portati a scegliere i colori di cui abbiamo inconsciamente bisogno per correggere i nostri squilibri interiori.

Happy family painting walls.

(foto da socialmoms)

La cromoterapia, ovvero la terapia per mezzo dei colori, può esservi d’aiuto nella scelta della nuance da utilizzare all’interno degli spazi riservati ai più piccoli, accrescendo il loro benessere.

In generale i toni freddi provocano una riduzione di comunicazione e motivazione, mentre quelli pastello favoriscono l’ottimismo e lo spirito di collaborazione; nel caso di una parete di grandi dimensioni, potete optare per toni chiari e neutri con accenti vivaci.

dfdca72e012b0ac6fef5cb82c21b0b57

(foto da pinterest)

Nella realizzazione della cameretta tenete presente l’età del bambino: fino ai 24 mesi, sono più adatte le tinte pastello, soprattutto gli azzurri e i verdi, perché favoriscono il riposo e il relax; successivamente potete introdurre il giallo acceso che stimola la creatività e, a partire dalla fase prescolare, il giallo più tenue che favorisce l’apprendimento e la concentrazione.

In ogni caso, ricordate che spesso femmine e maschi hanno gusti differenti anche riguardo al colore, che mutano con la loro crescita: spesso le bambine prediligono i rosa e i maschietti l’arancione, ma entrambi, con il passare del tempo, preferiscono i colori accesi e brillanti come il rosso; in questi casi potete riservare toni più tenui e meno stimolanti a una zona della stanza dedicata allo studio.

c338d5f00ae4c7ce61bc6e18e43dc8c1

(foto da bloglovin)

Alla prossima puntata per analizzare le proprietà dei vari colori!

(G.G.)

 

FOCUS COLORE #1: CONSIGLI PER SCEGLIERE IL COLORE GIUSTO PER OGNI AMBIENTE

Il colore è molto importante per lo sviluppo psicofisico del bambino, ne può influenzare i comportamenti e gli stati d’animo.

Prima di decidere quali colori utilizzare in uno spazio dedicato ai più piccoli, dovreste considerare alcuni fattori: la capacità riflettente dei materiali presenti al suo interno (rivestimenti e arredi), le caratteristiche quantitative e qualitative dell’illuminazione naturale e artificiale, la dimensione dell’ambiente.

Esiste un rapporto molto stretto tra colore e illuminazione: i colori chiari riflettono maggiormente la luce, i verdi e i gialli necessitano di una illuminazione inferiore rispetto ai toni del blu; i colori intensi e vivaci possono provocare stanchezza visiva, quindi vanno evitati ad esempio nelle zone destinate allo studio.

Prima di decidere lo schema di colori da adottare in un ambiente, trascorretevi del tempo nei vari momenti della giornata, in modo da rendervi conto di quanta luce naturale vi entra e di come cambia la vostra percezione dello spazio.

Per raggiungere un effetto equilibrato all’interno di una stanza, associate i colori scuri agli ambienti molto illuminati e quelli più tenui agli spazi dove si permane a lungo; in corrispondenza di elementi che volete accentuare e valorizzare, utilizzate invece i toni più vivaci.

03

(foto da petitandsmall)

06

(foto da pinterest)

Potete anche “correggere” le caratteristiche dimensionali di un ambiente attraverso un appropriato uso del colore: un soffitto troppo alto può essere visivamente abbassato se trattato con una tonalità scura, una stanza può sembrare più lunga se la sua parete di fondo è chiara, lo spazio può essere compresso orizzontalmente se il soffitto viene realizzato chiaro e le pareti scure, oppure reso più ampio se tinteggiato con un unico colore chiaro.

Ricordate poi che i toni caldi, come i giallo e il rosso, tendono a ridurre lo spazio, mentre quelli freddi, come il blu e il verde, lo dilatano.

colori-freddi-caldi

(immagine da codicicolori)

… alla prossima puntata!

(G.G.)