Archivi tag: bambini

JUNGLE FEVER: ISPIRAZIONI TROPICAL PER I PIU’ PICCOLI

Se le vacanze sono ancora lontane, perché non portare nelle nostre case, anche negli ambienti dedicati ai più piccoli, un po’ dell’atmosfera tropical lasciandosi ispirare dalla giungla con la sua natura selvaggia e rigogliosa?

Fiori over-size, frutti esotici, ma soprattutto foglie giganti riunite in stampe in cui domina il verde smeraldo.

f9c4ebcaf80d406c995db22e30cd6031

(da pinterest.com)

Stencil, carte da parati e cuscini in perfetto stile jungle, ma anche lampadari e tappeti come maxi foglie o deliziosi costumi con stampa foliage in verde e turchese.

E se state organizzando un party a tema, ecco qualche idea DIY per trasformare l’ambiente in un paradiso tropicale!

(G.G.)

Annunci

PER PICCOLI BIKERS

pasila_design_mopo_01

(foto da pasiladesign)

MOPO è una versione originalissima di bici (o moto) a piedi, progettata da Pasila Design.

Grazie alle 3 ruote (2 anteriori e una posteriore) sta in piedi da sola; può essere usata sin dalla più tenera età e per molto tempo. Inizialmente il bimbo la spinge, poi vi si siede sopra e la guida; infine, togliendo una ruota anteriore, può usarla come bici a 2 ruote

Un’idea per piccoli bikers!

(G.G.)

LASCIATI STREGARE DALL’ULTRA VIOLET

Da quando il Pantone Color Institute ha eletto il viola Ultra Violet (PANTONE 18-3838) come colore dell’anno 2018, definendolo “una tonalità complessa e contemplativa capace di indicarci la strada verso il futuro”, è scoppiata una vera e propria mania che vede questa nuance presente in tutti i settori, dalla moda al beauty, dal design al lifestyle.

pantone-color-of-the-year-2018-ultra-violet-banner

Ma cosa dire di questo magico colore? Il viola è una tonalità indicata soprattutto per chi è dotato di un temperamento artistico e spiccata sensibilità, riduce lo stress, dà un senso di protezione  e contemporaneamente aiuta a sviluppare le facoltà mentali e creative; è utile anche nei casi di mancanza di autostima. E’ un colore enigmatico, mistico, audace, provocante, simbolo di originalità e creatività.

Se vuoi dare un tocco di Ultra Violet anche alla cameretta del tuo bambino, lasciati ispirare da questa mia selezione di oggetti di design e arredi scovati nel web dedicati ai più piccoli.

Ultraviolet

(ULTRA VIOLET FOR KIDS – Color of the Year 2018 di YoYo atelier)

1|BATTERY è la piccola abat-jour di Kartell dal paralume sfaccettato come una pietra preziosa; essendo 100% ricaricabile, può essere spostata ovunque con la massima facilità. (kartell)

2|PINOCCHIO è il tappeto prodotto da Hay  formato da tante palline in feltro colorate arrotolate singolarmente, infilate su una corda come fossero perle e cucite sulla forma circolare. E’ naturale e sostenibile: viene infatti realizzato completamente a mano in India e Nepal dalla gente del posto, utilizzando tecniche tradizionali e metodi di produzione sostenibili. (hay)

3|LOU LOU GHOST è l’iconica poltroncina  firmata da Pilippe Strack per Kartell realizzata in policarbonato colorato in massa; nasce come versione “baby” della celeberrima Louis Ghost per insegnare fin da subito ai più piccoli ad utilizzare una seduta dalle forme adulte anche se in taglia small. (kartell)

4|LAMPADA FUNGO, realizzata e rifinita a mano da Heico in Germania, è la tenerissima luce per la notte che crea un’atmosfera fatata nella cameretta trasformandola in un bosco incantato. (fawnshoppe)

5|BOLLE, disegnata da Sergio Giobbi, è una poltroncina in tessuto sfoderabile, leggera, dal design avvolgente che trova posto in ogni ambiente della casa per assicurare una comoda seduta anche ai più piccoli. (giovannetticollezioni)

6|CONTENITORE LEGO QUADRATO è la pratica scatola in plastica con la forma del celebre mattoncino, dalle dimensioni 18x25x25 cm; impilabile, è nato per l’uso in cucina ma è adatto anche per altri utilizzi. (lovethesign)

7VILLA di Fabio Novembre è la casa per le bambole pensata per la collezione Kartell Kids, una micro architettura caratterizzata dal tetto spiovente, da tante finestre e da scomparti, piccole stanze per giocare ma anche per conservare libri e piccoli oggetti. (kartell)

8| RABBIT CHAIR BABY di Stefano Giovannoni per il brand Qeeboo è la sinuosa seduta in polietilene a forma di coniglio: le sue orecchie fungono da rilassante schienale o, sedendosi al contrario e a cavalcioni sul dorso dell’animaletto, diventano due manici a cui aggrapparsi. (amazon)

9|504 CLYDE RADIO è l’automobilina da corsa di Playforever che si ispira alle hot rod americane con un design fresco e rock’n’roll. Creata originariamente in legno, è realizzata in ABS con una finitura lucida e l’aggiunta di una grafica audace che fa rivivere i ruggenti anni ’50. (playforever)

10|DRAGON è il soffice pouf di Anuka per i più piccoli, realizzato in lana di feltro 100% naturale; la sua forma circolare e’ impreziosita dalla bordura a zigzag che rievoca la cresta sulla schiena di un drago. ( lovethesign)

11|THE BOX di Lina è il pouf-contenitore ideale per riporre giocattoli e tanto altro; la sua modularità consente di utilizzarlo da solo o in gruppo per creare simpatiche composizioni. Realizzato in tessuto 3D è completamente sfoderabile. (lovethesign)

(G.G.)

 

 

FOCUS COLORE #2: CROMOTERAPIA PER BAMBINI

Studi recenti hanno evidenziato che ogni colore ha un effetto tangibile sull’attività cerebrale, sugli stati d’animo e sulla salute; nelle nostre azioni quotidiane, indossando un abito, mangiando un certo cibo o tinteggiando una stanza, siamo portati a scegliere i colori di cui abbiamo inconsciamente bisogno per correggere i nostri squilibri interiori.

Happy family painting walls.

(foto da socialmoms)

La cromoterapia, ovvero la terapia per mezzo dei colori, può esservi d’aiuto nella scelta della nuance da utilizzare all’interno degli spazi riservati ai più piccoli, accrescendo il loro benessere.

In generale i toni freddi provocano una riduzione di comunicazione e motivazione, mentre quelli pastello favoriscono l’ottimismo e lo spirito di collaborazione; nel caso di una parete di grandi dimensioni, potete optare per toni chiari e neutri con accenti vivaci.

dfdca72e012b0ac6fef5cb82c21b0b57

(foto da pinterest)

Nella realizzazione della cameretta tenete presente l’età del bambino: fino ai 24 mesi, sono più adatte le tinte pastello, soprattutto gli azzurri e i verdi, perché favoriscono il riposo e il relax; successivamente potete introdurre il giallo acceso che stimola la creatività e, a partire dalla fase prescolare, il giallo più tenue che favorisce l’apprendimento e la concentrazione.

In ogni caso, ricordate che spesso femmine e maschi hanno gusti differenti anche riguardo al colore, che mutano con la loro crescita: spesso le bambine prediligono i rosa e i maschietti l’arancione, ma entrambi, con il passare del tempo, preferiscono i colori accesi e brillanti come il rosso; in questi casi potete riservare toni più tenui e meno stimolanti a una zona della stanza dedicata allo studio.

c338d5f00ae4c7ce61bc6e18e43dc8c1

(foto da bloglovin)

Alla prossima puntata per analizzare le proprietà dei vari colori!

(G.G.)

 

CuTOYS: DETTAGLI PREZIOSI PER GIOCHI IN LEGNO

 

Davvero originale questo progetto del designer Fabrizio Bendazzoli, primo classificato alla 6a edizione del concorso internazionale “Il Rame e la Casa” che si è appena conclusa: CuToys, una famiglia di tre elementi – una macchinina, una barchetta e un aeroplano – dalle linee essenziali, che vedono l’accostamento insolito (parlando di giochi per la prima infanzia) del rame al legno.

cutoys_4

(immagine da copperalliance)

Il classico giocattolo in legno viene infatti rinnovato grazie all’inserimento di lastre tagliate al laser in rame, materiale dalle note proprietà antibatteriche, che piegano sui fianchi di ciascun elemento completandone la sagoma… una sorta di preziosa carrozzeria!

cutoys_0

(immagine da copperalliance)

Bellissimo nella sua semplicità, è un gioco pensato per i più piccoli ma che già piace anche a noi eterni bambini!

(G.G.)

FOCUS COLORE #1: CONSIGLI PER SCEGLIERE IL COLORE GIUSTO PER OGNI AMBIENTE

Il colore è molto importante per lo sviluppo psicofisico del bambino, ne può influenzare i comportamenti e gli stati d’animo.

Prima di decidere quali colori utilizzare in uno spazio dedicato ai più piccoli, dovreste considerare alcuni fattori: la capacità riflettente dei materiali presenti al suo interno (rivestimenti e arredi), le caratteristiche quantitative e qualitative dell’illuminazione naturale e artificiale, la dimensione dell’ambiente.

Esiste un rapporto molto stretto tra colore e illuminazione: i colori chiari riflettono maggiormente la luce, i verdi e i gialli necessitano di una illuminazione inferiore rispetto ai toni del blu; i colori intensi e vivaci possono provocare stanchezza visiva, quindi vanno evitati ad esempio nelle zone destinate allo studio.

Prima di decidere lo schema di colori da adottare in un ambiente, trascorretevi del tempo nei vari momenti della giornata, in modo da rendervi conto di quanta luce naturale vi entra e di come cambia la vostra percezione dello spazio.

Per raggiungere un effetto equilibrato all’interno di una stanza, associate i colori scuri agli ambienti molto illuminati e quelli più tenui agli spazi dove si permane a lungo; in corrispondenza di elementi che volete accentuare e valorizzare, utilizzate invece i toni più vivaci.

03

(foto da petitandsmall)

06

(foto da pinterest)

Potete anche “correggere” le caratteristiche dimensionali di un ambiente attraverso un appropriato uso del colore: un soffitto troppo alto può essere visivamente abbassato se trattato con una tonalità scura, una stanza può sembrare più lunga se la sua parete di fondo è chiara, lo spazio può essere compresso orizzontalmente se il soffitto viene realizzato chiaro e le pareti scure, oppure reso più ampio se tinteggiato con un unico colore chiaro.

Ricordate poi che i toni caldi, come i giallo e il rosso, tendono a ridurre lo spazio, mentre quelli freddi, come il blu e il verde, lo dilatano.

colori-freddi-caldi

(immagine da codicicolori)

… alla prossima puntata!

(G.G.)

IMPARARE DIVERTENDOSI

Oggi vi parlo di uno spazio per l’apprendimento concepito in modo innovativo, in cui ogni bambino, nella sua unicità e nel suo essere speciale,  può imparare divertendosi, secondo un approccio teso a stimolare la sua creatività e la sua immaginazione attraverso l’utilizzo dei cinque sensi.

Si tratta della scuola English for fun a Madrid, firmata dallo studio RICA che, nel progettarla, si è ispirato al modello educativo di Reggio Emilia, basato su tre principi fondamentali: il bambino è parte attiva nell’iter di apprendimento; l’ambiente costruito è considerato un vero e proprio insegnante; il processo di apprendimento deve essere reso visibile.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_0

L’elemento caratterizzante l’intero progetto è la parete attrezzata, in cui un nastro di acciaio verniciato in colore giallo definisce gli spazi che possono essere “abitati” dai bambini; queste nicchie, vetrate da un lato, diventano quasi delle vetrine che permettono la visione del processo di apprendimento.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_5

E’ una struttura ludica tutta da esplorare, quasi fosse un parco giochi, ma che ha anche una duplice valenza funzionale: oltre a smaterializzare la divisione convenzionale tra aule e corridoio centrale, ampliando così la percezione spaziale, è nello stesso tempo un contenitore formato da elementi modulari in faggio naturale. Questi vani capienti sono a disposizione sia degli ambienti comuni sia delle aule: permettono infatti di riporre al loro interno materiale didattico e piccoli arredi, facilitando la riconfigurazione della classe quando necessario.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_4

La partizione vetrata genera una trasformazione anche nell’utilizzo dello stesso corridoio che non è più unicamente un percorso ma è uno spazio vivo, abitato da bambini, insegnanti e genitori.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_1

Questa vitalità è sottolineata dal colore giallo che domina anche l’interno delle classi, dove viene utilizzato per le pareti di fondo e per le tende che possono essere usate per creare delle divisioni temporanee, garantendo la flessibilità spaziale.

rica_eff_transformation1_archdaily

(tutte le immagini da archdaily)

Trasparenza e luminosità degli ambienti caratterizzano questo progetto in cui gli architetti hanno saputo andare ben oltre gli stereotipi degli spazi per l’infanzia; un intervento in cui il design gioca un ruolo importante perché influenza il processo di gioco e di apprendimento dei bambini,  educando contemporaneamente la loro sensibilità estetica.