IMPARARE DIVERTENDOSI

Oggi vi parlo di uno spazio per l’apprendimento concepito in modo innovativo, in cui ogni bambino, nella sua unicità e nel suo essere speciale,  può imparare divertendosi, secondo un approccio teso a stimolare la sua creatività e la sua immaginazione attraverso l’utilizzo dei cinque sensi.

Si tratta della scuola English for fun a Madrid, firmata dallo studio RICA che, nel progettarla, si è ispirato al modello educativo di Reggio Emilia, basato su tre principi fondamentali: il bambino è parte attiva nell’iter di apprendimento; l’ambiente costruito è considerato un vero e proprio insegnante; il processo di apprendimento deve essere reso visibile.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_0

L’elemento caratterizzante l’intero progetto è la parete attrezzata, in cui un nastro di acciaio verniciato in colore giallo definisce gli spazi che possono essere “abitati” dai bambini; queste nicchie, vetrate da un lato, diventano quasi delle vetrine che permettono la visione del processo di apprendimento.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_5

E’ una struttura ludica tutta da esplorare, quasi fosse un parco giochi, ma che ha anche una duplice valenza funzionale: oltre a smaterializzare la divisione convenzionale tra aule e corridoio centrale, ampliando così la percezione spaziale, è nello stesso tempo un contenitore formato da elementi modulari in faggio naturale. Questi vani capienti sono a disposizione sia degli ambienti comuni sia delle aule: permettono infatti di riporre al loro interno materiale didattico e piccoli arredi, facilitando la riconfigurazione della classe quando necessario.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_4

La partizione vetrata genera una trasformazione anche nell’utilizzo dello stesso corridoio che non è più unicamente un percorso ma è uno spazio vivo, abitato da bambini, insegnanti e genitori.

english-for-fun-rica-studio-interior-design-schools-spain_dezeen_2364_col_1

Questa vitalità è sottolineata dal colore giallo che domina anche l’interno delle classi, dove viene utilizzato per le pareti di fondo e per le tende che possono essere usate per creare delle divisioni temporanee, garantendo la flessibilità spaziale.

rica_eff_transformation1_archdaily

(tutte le immagini da archdaily)

Trasparenza e luminosità degli ambienti caratterizzano questo progetto in cui gli architetti hanno saputo andare ben oltre gli stereotipi degli spazi per l’infanzia; un intervento in cui il design gioca un ruolo importante perché influenza il processo di gioco e di apprendimento dei bambini,  educando contemporaneamente la loro sensibilità estetica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...